Mazda CX-3 MY 2021: offre molto in cambio di poco

Appena presentata in Italia dalla casa giapponese, ecco la nuova Mazda CX-3 2021. La vedremo in concessionaria tra poche settimane con un prezzo d’attacco che come vedremo, se non è low-cost – poco ci manca.

Esteticamente, il crossover firmato Mazda è stato ringiovanito in qualche dettaglio – con qualche rinnovamento anche nel campo della dotazione. Sotto il cofano, il massimo della semplicità, troveremo solo un motore a disposizione, benzina Skyactive-G da 2 litri di cilindrata e 121 CV di potenza.

Questo potremo ordinarlo sia con un classico cambio manuale che con una trasmissione automatica a sei marce. Molto interessante l’opzione manuale, che consente tra l’altro di disattivare i cilindri quando non serve potenza, con una riduzione di consumi ed emissioni che può scendere addirittura del 14%.  

Un motore che probabilmente soffre solo un po’ di solitudine all’interno della gamma di CX-3, ma che fa bene il proprio dovere, con oltre 200 Nm di coppia e con consumi che mediamente si possono attestare sui 17 Km a litro.

Quanto alle novità estetiche che hanno coinvolto questa nuova CX-3 2021, come dicevamo, parliamo di dettagli. All’interno troviamo ad esempio sedili dal nuovo design, più comodi rispetto alla CX-3 uscente e che richiamano quelli che abbiamo già incontrato sulla cugina CX-30.

Per il resto abbiamo di nuovo a che fare con un SUV da città dalle dimensioni compatte esterne, siamo sotto la quota psicologica dei 4 metri 30 di lunghezza, ma con buoni spazi per la vita di bordo. Fuori non s’impazzisce quindi per cercare un parcheggio, dentro si viaggia abbastanza comodamente ammesso che non si debba caricare troppo il bagagliaio, qualche competitor riesce a strappare qualche litro in più. 

Aggiornata e molto ricca la dotazione di serie, fin dalla versione meno costosa. Parliamo quindi dell’allestimento Executive che di partenza offre, per l’estetica, i bei cerchi in lega da 18 pollici. Per il capitolo sicurezza, la frenata automatica di emergenza con riconoscimento dei pedoni sia in presenza di luce che di notte. Per l’intrattenimento, c’è il Mazda Connect – compatibile ovviamente con i protocolli Apple CarPlay e Android Auto. Ma non mancano poi i sensori per il parcheggio posteriori, il clima automatico etc.

Salendo sulla più ricca Mazda CX-3 Exceed, i fari diventano Full Led, sul cruscotto spunta l’head up display, ai sensori di parcheggio posteriori si aggiungono quelli anteriori e molto altro.

Con una differenza di prezzo che tutto sommato non renderebbe il salto di allestimento troppo oneroso. Si passa infatti dai 23.150 Euro della CX-3 Executive ai 25 mila della più accessoriata Exceed. E voi cosa ne pensate di questa nuova Mazda CX-3 2021? Dà tanto in termini di dotazione e chiede poco come listino, il tutto con un look originale e riconoscibile. Voi che ne pensate. Scrivetelo nei commenti, condividete articolo/video.

Due parole sull’autore /

Di Roma e “della Roma”, Classe 1981. Da piccolo sognavo di scrivere per la “profumata e romantica” carta stampata, ma il destino e un po’ di fortuna mi hanno portato prima in TV e poi su Internet! In rete ho scoperto un ruolo del quale ignoravo l’esistenza: il “Content Provider”. E così negli ultimi anni ho scritto, realizzato video, viaggiato e guidato le auto più belle del mondo per Yahoo!, poi per Michelin e adesso per Automobile.it. In mezzo tante collaborazioni con Autoblog.it, Infomotori.com etc. E il futuro chissà, intanto cerco di fare quello che forse mi riesce meglio: raccontare le auto, anche con ilTestDrive.it!

Digita l’argomento che stai cercando e premi invio/enter per leggere i risultati