Nuova Fiat 500 Hybrid 2020: prova su strada

L’elettrificazione è un processo ormai inesorabile e del quale nessuna casa automobilistica può fare a meno. Certo, c’è elettrificazione ed elettrificazione e quella che ha coinvolto questa nuova Fiat 500 è tra quelli che possiamo definire “light”. In una gamma dove c’è anche una Fiat 500 Elettrica, ve ne abbiamo già parlato in uno dei nostri video qualche settimana fa, eccomi ora al volante della cuginetta mild-hybrid. Esteticamente abbiamo a che fare con una Fiat 500 a tutti gli effetti, in questo caso sto guidando quella con carrozzeria cabrio, e sono pochi i dettagli che smascherano questa variante di 500 ibrida – come ad esempio i badge sulle fiancate o la scritta Hybrid nella zona posteriore.

Anche l’interno è quello dell’ultima versione targata 500. Qui, sull’edizione di lancio abbiamo una pennellata di rispetto ambientale, con ad esempio i rivestimenti dei sedili realizzati in parte con plastiche recuperate dal mare. Qualche indizio in più lo abbiamo però accendendo il motore, col sound tipico del 3 cilindri. Eh, già perché per trasformare una Fiat 500 in una 500 ibrida c’è voluto un cambio di motore ed ecco debuttare un nuovissimo benzina 1.0 da 70 CV aspirato. Il termico è quindi sostenuto nel lavoro da una piccola unità elettrica. Il motore elettrico lavora a 12 Volt e ha una potenza di 3,6 kW / 4,9 CV. Il tutto per alimentare una batteria agli ioni di litio di 11 Ah, ovvero 0,13 kWh.

Al di là dell’elettrificazione della 500, il motore 3 cilindri 1.0 da 70 CV segna un cambiamento importante per le piccole Fiat e raccoglie il testimone dal collaudato 1.2 Fire a 4 cilindri. Il comportamento su strada deriva anche dal nuovo cambio manuale a 6 marce, migliorato nella manovrabilità della leva e nel feeling offerto dal pedale della frizione. Grazie all’aiuto del motore elettrico, si può guidare anche a bassa velocità lasciando ad esempio la terza marcia, senza che il motore singhiozzi. Oltre che far spegnere il benzina in movimento mettendo il cambio in folle.

La spinta in più del motore elettrico, comunque, non è assimilabile a quella di un piccolo turbo. Più che altro, sostiene il benzina nelle riprese, regolarizzando l’erogazione e aiutando a ridurre i consumi, che durante il test drive hanno superato di poco come media i 5 litri/100 km, percorrendo cioè 18-19 km/litro. Il listino prezzi della Fiat 500 mild hybrid parte dai 15.150 euro dell’allestimento Pop, salendo a 16.650 per i livelli Lounge e Sport, ai 18.150 euro dell’allestimento Star, ai 18.150 euro del Rockstar e ai 19.150 del Launch Edition.

Articolo precedenteNuova Honda Jazz 2020: prova su strada
Articolo successivoNuova Mercedes GLE 350d Coupé: prova su strada
Di Roma e “della Roma”, Classe 1981. Da piccolo sognavo di scrivere per la “profumata e romantica” carta stampata, ma il destino e un po’ di fortuna mi hanno portato prima in TV e poi su Internet! In rete ho scoperto un ruolo del quale ignoravo l’esistenza: il “Content Provider”. E così negli ultimi anni ho scritto, realizzato video, viaggiato e guidato le auto più belle del mondo per Yahoo!, Michelin e Automobile.it. In mezzo tante collaborazioni con Autoblog, Infomotori etc. E il futuro chissà, intanto cerco di fare quello che forse mi riesce meglio: raccontare le auto, anche con ilTestDrive.